Report

Ma … “report” o “Reports”?

Report! Perchè i termini di origine estera non si declinano in italiano nella modalità tipica della lingua originale … ovviamente se questo libro fosse stato scritto in Inglese, questa sezione si sarebbe dovuta chiamare “Reports”.

Come accennavo indirettamente nell’introduzione, fin dal secondo pellegrinaggio fatto a Medjugorje, ho iniziato ad avvertire un’esigenza insopprimibile di condividere le grazie, personali e altrui, di cui ero soggetto, oggetto, e testimone … iniziai a farlo quasi da subito, attrverso le prime risorse che esistevano su internet allora, cioè le mailing list, quasi esclusivamente due “Innamorati di Maria” e “Informazioni da Medjugorje”, realtà che al 2021 sussistono, ma che non seguo ormai da tempo …

I miei scritti hanno preso la forma specifica di “Report” sostanzialmente nel Capodanno 2005/2006 … gli scritti che trovate priima di questa data vengono principalmente da appunti privati e frammenti di messaggi email … alcuni sono stati scritti recentemente, ma come se li avessi scritti allora.

1997-2000

2001: Il mio primo pellegrinaggio … nell’anno del 20° anniversario delle apparizioni (1)

Al momento ho difficoltà a ricostruire la data esatta del mio primo pellegrinaggio a Medjugorje: resta che la partenza da terni con un minibus da una 20ina di posti è da collocarsi orientativamente fra il 28 e il 29 Dicembre 2001 da piazzale della chiesa parrocchiale di San Paolo Apostolo in Terni …

Più o meno la cosa andò così … intorno ad inizio Dicembre un’amica mi parlo di questo pellegrinaggio da farsi verso fine anno con un “gruppo di giovani”; io ero sostanzialmente “senza una lira”, per di più già quasi-impegnato per fare l’ultimo dell’anno da DJ con altri amici … insomma la cosa non mi era per niente comoda, ma qualcosa mi dissi che si, dovevo andare.

Immaginate poi come il giorno prima di partire quest’amica diede forfait, per un decimo di grado di febbre … si, aveva 37.1, e nonostante i miei solleciti, decise di non partire … mi ritrovai così da solo, senza conoscere nessuno, sapendo solo che partivo con un grupetto di giovani” da poco formatosi.

Poco prima di partire mi notò una certa “Marilina”, bionda, che con fare da mamma mi notò e mi disse “e tu chi sei”? Poi mi diede la sua benedizione con un segno di croce sulla testa … e mi ritrovai su questo pulmino blu da una 20ina di posti, prima diretto per una tappa a Pescara, poi ad Ancona per l’imbarco via “Adriatica” … strano che io non ricordi neanche il minimo dettaglio del traghetto … mentre abbia ricordi molto forti di tutto il resto.

Quanto sopra è raccontato in uno specifico “report” del 2002, l’unico ad essere stato scritto veramente nel futuro .. cioè scritto nel 2021 per eventi del 2001, praticamente poco meno di 20 anni dopo …

2002: L’inizio … e la maturità (1)

Il 2002 può quindi dirsi l’anno dei miei primi due pellegrinaggi a Medjugorje: quello di fine/inizio anno diventerà una mia abitudine ricorrente, quello dal 25 al 30 Settembre fu il primo fatto con fini specifici, sia per ringraziamento della quantità inimmaginabile di grazie ricevute fino a quel momento, sia per “raccomandarmi” alla Gospa per l’inizio della mia nuova attività lavorativa da libero professionista in informatica, che per la mia prima maratona, che avrei corso a New York il successivo novembre.

Ricapitolando, tutti i mie report fino a fine 2005 sono strutturalmente “BackReport”, o scritti come tali, o dedotti principalmente da messaggi email scritti verso mailing list o più raramente verso privati …dal mio punto di vista si tratta di scritti preziosi, sia per me, che mi rivedo vivere le mie “prime volte” con animo genuino, sia per chi non è mai stato a Medjugorje, ed in questo modo ha l’opportunità insostituibile di viverla “quasi come una volta” …

2003:

Nel 2003 sono stato a Medjugorje dal 24 al 27 Febbraio: il mio terzo pellegrinaggio è stato anche il primo in cui abbia mai frequentato un seminario per “Guide”, cosa che avvertii fortemente come una vera e propria chiamata … un pellegrinaggio vero, in cui la Divina Provvidenza mi stese davanti un tappeto rosso man mano che procedevo … la copertina del mio libro nasce proprio in questo contesto, anche se poi la scelsi come tale solo nel 2011.

Tornai poi a Medjugorje il 23 Luglio per restarci fino al 5 Agosto, quindi per il mio prima “Festival dei Giovani” frequentato “propriamente”, cioè come giovane

2004:

Nel 2004 sono stato a Medjugorje dal 12 al 16 Agosto

2005:

Nel 2005 sono stato a Medjugorje dal 14 al 31 Agosto, a ottobre, e a fine anno dal 30 … fu il primo anno che decisi di venire per “capodanno”, abitudine che poi ho sempre cercato di mantenere come “ringraziamento” del mio primo pellegrinaggio di Dicembre 2001 … abitudine che poi scoprii di essere di molti, fra i quali tal Padre Eugenio la Barbera.

2006: i primi report, nel 25° Anniversario delle apparizioni.

Nel 2006 sono stato a Medjugorje ad inizio anno fino al 3 Gennaio, al seminario guide dal 6 al 18 Marzo, per l’anniversario dal 24 al 26 Giugno, dal 26 al 30 Agosto, e poi per fine anno dal 30 Dicembre … è stato proprio ad inizio anno che ha preso forma concreta il mio primo vero e proprio “Medjugorje Report”, prima in forma testuale, poi in HTML, in una versione ancora consultabile come tale.

2007:

Nel 2007 sono stato a Medjugorje ad Inizio anno fino al 3 Gennaio, per il Seminario Guide dal 3 all’11 Marzo, dal 23 Ottobre al 5 Novembre come guida di un piccolo gruppo di pellegrine asiatiche, ed infine a fine anno dal 29 Dicembre.

Includerei in questo

2008:

2009: Altri report … e il Cardinale Schonborn a Mejugorje

A dicembre 2009, davanti alla prospettiva di fare l’ennesimo natale “depresso” in famiglia, solo al pensiero che quell’anno il mio natale doveva ancora essere rappresentato da un “lauto pasto”, trovai la forza di partire e fare il giro via terra: arrivai proprio il 24 dicembre, durante le due ore di adorazione prima della messa.

Fu un dicembre veramente singolare, che io pensavo mi fosse riempita dalla sola “apparizione” a Jakov di natale … e tutto potevo aspettarmi che sarei stato testimone, e reporter, di un evento “storico” a Medjugorje, che ancora continua ad avere un impatto importante sulle sue vicende, vale a dire la prima visita “pubblica” di un Cardinale, oltretutto non annunciata come tale, e molto probabilmente non pianificata come tale.

Provate a ri-vivere con me quell’evento … leggendo uno per uno i miei report … troverete poi delle brevi considerazioni “postume” in un’altra posizione del libro.

2010:

Nel 2010 ho compiuto sei viaggi in tutto: sono stato fino al 2 gennaio, poi ad inizio marzo per il seminario guide, quindi dopo per la Pasqua ad aprile, per il compleanno a fine maggio, verso metà agosto per l’assunta, a fine ottobre, e poi di nuovo a fine anno.

  • “Medjugorje Report” del 13 Agosto 2010

2011: Trentesimo anniversario delle apparizioni

Nel 2012 mi sono recato materialmente a Medjugorje 5 volte: oltre che a trovarmici già ad inizio anno e restarci fino a metà mese, poi a inizio Marzo per il consueto seminario per guide, a fine Giugno per l’anniversario, a fine Luglio per il Festival dei Giovani, a fine Ottobre, e poi di nuovo a fine anno, come al solito.

Erano ancora gli anni in cui i “Medjugorje Report” potevano a pieno titolo scriversi anche dall’Italia, perché erano relativamente frequenti gli incontri di preghiera in cui uno o più “visionaries” venivano invitati ad essere presenti durante incontri di preghiera molto frequentati, come quello storico a Corridonia, ad esempio.

2012: Gesù …

Nel 2012 mi sono recato materialmente a Medjugorje 3 volte: oltre che a trovarmici già ad inizio anno, ad inizio Marzo per il consueto seminario per guide, ad inizio Aprile, a fine Maggio per il mio compleanno, e poi di nuovo a fine anno, come al solito.

A Natale 2012 successe qualcosa di inconsueto, un qualcosa che poi nel 2021 tutti sembrano aver dimenticato … nel messaggio del 25 Dicembre 2012 infatti parò Gesù, bambino, in persona … io ebbi il dono di trovarmi in zona, e molti restano “colpiti” dal mio report, specie per essersi appunto “dimenticati” della cosa …

2013: La Gospa si illumina

Nel 2013 sono stato a Medjugorje ad inizio Gennaio (fino al 3 Gennaio), poi verso fine Aprile (dal 29 Aprile al 2 Maggio), per l’anniversario (dal 24 Giugno al 14 Luglio) a Settembre (dal 26 Settembre al 3 Ottobre) e di nuovo per il consueto pellegrinaggio di fine anno, stavolta proprio il 31 Dicembre

L’episodio più singolare dell’anno è stato senza alcun dubbio quello che riguarda l’illuminazione di una piccola statua di Nostra Signora di Lourdes conservata per anni nella casa di Vicka …. il “Report” che ho scritto in data 29 Settembre è in realtà un vero e proprio resoconto, costituito da sotto-report scritti a partire dal 26 dello stesso mese.

2014:

2015:

2016:

2017:

2018:

2019:

2020:

2021: Il presente … e il futuro

Al momento manco “fisicamente” da Medjugorje da gennaio 2020, poco prima che dilagasse il problema “covid”, ed ovviamente ad oggi non mi è dato sapere se in futuro mi recherò più in BiH, sia perchè nessuno di noi sa il giorno e l’ora, e quindi non è detto che io stia ancora su questa terra anche solo quando qualcuno leggerà questa frase per la prima volta … ma anche perchè, sinceramente, di andare a Medjugorje non ne ho più “bisogno”, forse un pò di nostalgia, certo, ma di sicuro non “necessità”.Sento tanti che hanno nella bocca solo la parola Medjugorje: Medjugore qui, Medjugorje la, se potessi vivrei li, se potessi sarei sempre là … e così via. Nella mia esperienza, nella maggior parte dei casi, si tratta di anime che di Medjugorje hanno “capito” decisamente poco …

Carissimi, vivere il Vangelo è più che andare a Medjugorje, viverlo con l’aiuto dei messaggi da Medjugorje in particolare è semplicemente “più facile”: come non potrebbe esserlo con una Catechista come la Gospa?

Ma se per voi Medjugorje è “i canti di Medjugorje”, “l’adorazione di Medjugorje”, “la preghiera di guarigione di Medjugorje”, la “Messa di MEdjugorje” (quest’ultima non citata a caso in quarta posizione) … e così via, allora, credetemi, avete bisogno di un ripasso …

Fate così, fate com’è stato per me, che dopo il primo pellegrinaggio tornai dicendo “mai più”, e dopo circa sei mesi ero praticamente il responsabile di un gruppo di preghiera e “predicavo” Medjugorje: ricavatevi del tempo una sera, nel segreto della vostra stanza, dove solo il Padre vostro che è nei cieli può vedere … li, in quella sede, leggetevi TUTTI i messaggi della Gospa, dal primo all’ultimo, specialmente quelli dei primi quattro anni, possibilmente almeno quelli dei primi sette … è infatti dal 1987 che stiamo vivendo la “terza fase” dei messaggi, e ancora non sappiamo quando finirà.

Leggeteli tutti, leggeteli tutti d’un fiato … senza mettere troppo l’attenzione su ogni singolo messaggio … cercate di “osservare” la scena dall’alto, come a volo d’uccello … fu così, leggendoli tutti, in frettta, come con avidità di conoscere “come andava a finire”, che capii che solo la Gospa poteva essersi inventata una cosa simile … come disse del Cardinale Schonborn il carissimo Padre Tomislav Pervan “oggi nostro amico cardinale arrivato Medjugorje, entrato chiesa, pregato, e lui detto questa non essere opera di uomo”.

Ecco, per me fu chiaro che quanto stavo leggendo non poteva essere opera di uomo … leggendo i messaggi come si legge uno smile, che guardandoli “davanti” sembrano solo due punti, un meno, e una parentesi chiusa, e cambiando prospettiva di soli 90° gradi sono capaci di far sorridere chiunque (perchè i sorrisi, sapete, sono contagiosi) non si può notare una delicatissima opera pastorale della Madre di Dio (definita proprio dal Cardinale Schonborn “la migliore teologa pastorale”), che si è fatta Catechista dei nostri tempi prima dei veggenti e del loro contesto, poi di una parrocchia specifica, e infine di tutto il mondo.

Provate, non ve ne pentirete, specie voi che Medjugorje la conoscete e la frequentate da anni, e magari un “esercizio spirituale” del genere non lo avete mai fatto …

24 Luglio -> 23 Agosto 2021
Ave Maria!
Marco Piagentini