MARCO.PIAGENTINI.IT : Programmma Elettorale | Premesse

Programma in TRE punti del Candidato Consigliere Marco Piagentini
in occasione dell'assemblea elettiva FITRI del 13 Novembre 2016

Campionati Italiani di Triathlon Elite a Staffetta  

0: Premesse

Con questo post su Facebook e Google+ in data 3/11/2016 ho dato notizia della mia Accettata Candidatura in FITRI:

 

Assemblea Elettiva 2016 FITRI Sono atleta per passione pressoché da sempre, dal 2002 pratico varie forme di multisport, dal 2006 in particolare il Triathlon, ed é dal 2007 che lo faccio ininterrotamente in modo "Federale" ... a distanza di 10 anni mi rendo conto che sto appena iniziando a capirci qualcosa, per cui leggere il mio nome fra i Candidati alla carica di Consiglere FITRI mi fa un certo effetto ... i miei piani erano diversi, ma ho trovato degli ostacoli: scoprirete quindi in assemblea elettiva che da parte mia si trattava di un atto dovuto, come lo sono stati tutti quelli per i quali ho intersecato il mare magnum del diritto dello sport, a partire dal primo nel Marzo 2014, per arrivare all'ultimo dello scorso 31 Ottobre.


... La mia esperienza con il Triathlon in particolare ...

In realtá il post era incompleto, perché ci sarebbe stato da dire: Triatleta dal 2007 e Ufficiale di Gara dal 2009 (o meglio Giudice, come si usa dire in modo un po improprio in FITRI): la foto che appare per prima su questa pagina, mi é stata scattata da Riccardo Giardina il 2 Ottobre 2011 a Rimini, il giorno dopo il mio esame di passaggio a Giudice Nazionale.

E' infatti nel ruolo di Giudice/Atleta che ho iniziato ad essere conosciuto sui campi gara, piú che per le mie prestazioni di medio/basso livello, per la quantitá di foto che ho iniziato a pubblicare sui social proprio a partire dal 2007, quando ancora non lo faceva quasi nessuno.

Sempre come Giudice/Atleta nel 2013 ho promosso la formazione del primo gruppo Giucidi Umbria mai formato in Italia, regione alla quale furono associate le marche a formare una Macroarea. Da questo ruolo ho dato poi le dimissioni a fine 2014 per una serie di motivi, buona parte dei quali sono alla base di questa mia candidatura, ma la mia attività da Giudice non è mai cessata ...


... e il multisport in generale

...  è infatti datato 2014 il mio primo arbitraggio di una gara di SwimRun, esperienza fatta altre due volte nel 2015, e poi un dieci volte nel 2016, anno in cui sono stato l'ideatore e principale contributore del regolamento tecnico di questo sport per un Ente di Promozione Sportiva, presso il quale ho promosso anche l'apertura di un più generico "settore multisport"

Multisport , si, non solo Triathlon, per un motivo sia storico, che etico, che strutturale: mi sono infatti appassionato al multisport quasi per caso nel 2002, quando iniziai a fare i primi allenamenti al Parco Chico Mendes di Terni mischiando tratti di nuoto a tratti di corsa, perchè avevo notato "per caso" che la cosa era particolarmente "challenging", ma allora non sapevo ne che esisteva il Triathlon, che che stavo praticando SwimRun (e non aquathlon) .... alle mie sessioni di nuoto/corsa aggiunsi presto lo spinning, che si praticava nella medesima location, e così qualcuno mi suggerì che quello che facevo per allenamento, in realtà esisteva come sport ... e che quelle persone con cui mi allenavo nel 1999 nelle piscine di viale dello Stadio, facevano parte di una squadra di Triathlon!

Grazie a parte di queste persone iniziai quindi ad allenarmi per poter esordire in gara, esordio che doveva avvenire il 31 Maggio 2007, ma la cosa non mi fu possibile per un problema muscolare: quel giorno infatti la Libertas Triathlon Terni organizzò la sua ultima gara di livello prima della sua chiusura definitiva: i campionati Italiani di Triathlon Olimpico U23, vinti da Alberto Casadei ... è stata questa la prima circostanza in cui mi sono avvicinato al Triathlon da Fotografo e da collaboratore, in quel contesto conobbi sia il Presidente Emilio di Toro, che Stefano Spina che festeggiava le sue prime 200 gare nella circostanza, da "ingessato" ... l'album delle foto a bassa risoluzione scattate quel giorno è ancora presente su facebook, mentre il video girato con la videocamera MiniDV con cui ho ottenuto quelle foto è disperso da qualche parte nel mio archivio, ma prima o poi lo ritroverò.

Ma nelle mie 44 partecipazioni a competizioni FITRI fra il 2007 e il 2010 (anno in cui ho smesso di allenarmi in modo strutturato) ormai arrivate a 61 ho sempre avuto in mente un idea: il Triathlon non poteva sicuramente esaurire il mondo del multisport. Sperimentai l'aquathlon più volte, che ritenevo lo sport più vicino alle mie caratteristiche atletiche, essendo salito in bici a 36 anni per la prima volta (!!!), ma nuotando e correndo da sempre ... e così quando nel 2014 ebbi l'opportunità di entrare nel mondo dello swimrun, trovai solo conferme alle mie idee.

Ora, in accordo con la rispettiva federazione mondiale, dovrei riuscire ad organizzare la prima gara di Quadrathlon che si sia mai svolta in Italia a Piediluco, location resa nota dalle imprese degli Abbagnale e dalle famose telecronache di Galeazzi, nonchè promuovere delle competizioni di RunBike ... un po come lo SwimRun, ma coinvolgendo solo corsa e bici, sia da strada, che da ciclocross, che da mountain bike, eventualmente presenti contemporaneamente nell'ambito della stessa manifestazione.

Per finire, a tempo perso, mi sto dilettando in quello che potrebbe sembrare un semplice "esercizio teorico": la scrittura degli statuti e dei regolamenti di una ipotetica "Federazione Italiana Quadrathlon" ... presi come riferimento gli statuti della Fitri e delle rispettive Federazioni regolanti i suoi singoli sottosport, più ovviamente la federazione italiana canoa e kayak.

Un esercizio teorico si, ma con alcuni risvolti pratici, e non solo in questa ipotetica federazione futura: essere liberi di poter ragionare da ZERO, senza vincoli strutturali, politici, statutari, storici, ti da la possibilità di ipotizzare cose nuove, con la possibilità poi di riqualificare alcune intuizioni anche in mondi già ormai maturi, quali quello del Triathlon.

Detto questo, vuoi proprio sapere perchè mi sono candidato quest'anno?

Il motivo è molto semplice:

Speriamo quindi che il buon segnale che è stato dato dal CONI quest'anno, nel promuovere una norma che impedisca ad un presidente di federazione di mantenere il suo ruolo per più di due quadrienni Olimpici, sia recepito nella natura della sua ratio ed applicato a TUTTI i ruoli federali, elettivi e non elettivi: questo in sintesi, parte integraante del mio programma di revisione dei regolamenti federali.

Ora che come premesse ci siamo, puoi passare a valutare alcune delle mie idee ..


Marco @ Piagentini . IT  -  Via Roberto Antiochia 3 - 05100 Terni  -  Telefono 0744 426574 - Fax 0744 420238 - Mobile 349 8501661